Diario dalla Serbia – DAY 2

Caro Diario, La giornata che si è appena conclusa è stata molto faticosa. Abbiamo infatti giocato due partite, entrambe vinte, e possiamo dire di essere letteralmente distrutte. Abbiamo iniziato con una colazione finalmente accettabile (..cornetti con la Nutella), poi abbiamo fatto una passeggiata nel centro del paese di Ivanjica. È strano perché ci aspettavamo di trovare un freddo polare ed invece si moriva di caldo..pensare che ci hanno fatto portare il mondo in valigia Il centro è molto piccolo, poca gente in giro, per lo più anziana, che non ha mai ricambiato il nostro saluto. Abbiamo anche cambiato qualche euro in dinaro, ma non ci è servito a nulla: le calamite e i souvenir che avevamo in mente di comprare non erano nulla di che e quindi non li abbiamo acquistati. In compenso abbiamo fatto un miliardo di foto. Sedute sulle panchine, mentre camminavamo, davanti ad un murales della seconda guerra mondiale, che abbiamo riprodotto quasi fedelmente. Alle 13 abbiamo finalmente fatto la nostra prima partita. L’idea di giocare contro delle ragazze serbe ci faceva tremare i denti, ma in realtà la partita si è rivelata quasi subito facile. Abbiamo vinto 84-40 contro Pozega. Dopo un riposino pomeridiano, alle 19.30 abbiamo giocato la seconda partita. Anche questa vinta con facilità contro Cacak (71-31), nonostante degli infortuni durante la gara che speriamo non obblighino qualcuna a stare ferma domani. Rientrate in hotel per la cena, abbiamo scoperto che la festa di compleanno con musica annessa iniziata a pranzo, non era ancora finita e che probabilmente sarebbe proseguita tutta la notte. Domani, domenica, ci aspettano un allenamento alla mattina e una nuova partita, sperando che ci sia un po’ più di competizione. Arrivederci a domani !!
P.S.: il nostro amico Goran ha schiacciato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.