Nota del Presidente del Basket Girls Fabio Sturani

Di seguito nota del Presidente del Basket Girls Ancona, Fabio Sturani, in merito l’istituzione dell’insegnamento dell’educazione motoria nella scuola primaria.

FINALMENTE!
Nel disegno di legge di bilancio 2022 è stato previsto l’insegnamento curriculare dell’educazione motoria
nella scuola primaria.
Era ora!
Dopo 60 anni recuperiamo un ritardo drammatico inserendo l’attività motoria – la vecchia educazione
fisica- nel programma della scuola primaria.
Ad oggi siamo gli ultimi in Europa!
Grazie alla tenacia del sottosegretario allo sport Valentina Vezzali e del ministro all’istruzione Patrizio
Bianchi.
Nel disegno di legge è previsto l’inserimento di due ore settimanali all’interno delle attività curriculari – a
partire dal prossimo anno scolastico 2022-23- solo per le quinte classi ; dall’anno scolastico 2023 -24 si
partirà anche per le quarte classi.
Sappiamo bene che cosa significa per i nostri studenti poter fare attività motoria a partire dalla scuola
primaria : corretti stili di vita, più salute, prevenzione , integrazione e socializzazione.
Ma anche buona occupazione per i nostri giovani laureati in scienze motorie: a regime si parla di 12.000
laureati inseriti negli organici della scuola primaria !
Questo è un segnale di cambiamento vero che deve recuperare sui dati che pongono i nostri giovani tra i
più sedentari in Europa ( al quint’ultimo posto ).
Nel corso degli ultimi anni scolastici a dire il vero ci sono stati alcuni progetti sperimentali che avevano
l’obiettivo di portare l’attività motoria nella scuola primaria : dal Coni, da Sport e Salute, da alcune
Federazioni sportive e da qualche Regione ( a partire dalla Regione Marche con il progetto Scuola in
movimento ).
Va dato atto e merito al sottosegretario Valentina Vezzali di questo primo risultato.
Ora devono partire subito i concorsi pubblici per i laureati in scienze motorie ; così come vanno accelerate
le pratiche relative ai finanziamenti previsti nel PNRR sul progetto palestre scolastiche ( importo 300 milioni
di euro) e sull’ edilizia scolastica ( importo 2 miliardi di euro ) , per realizzare le palestre scolastiche .
Va ricordato che un 30% di scuole è privo di palestre e- dove sono presenti- almeno un 20 % è inagile e non
a norma .
Ma voglio fare una provocazione e un invito al Parlamento che dovrà approvare la legge di bilancio :
visto che tutti i partiti sono d’accordo su questo punto della manovra e che tutto il mondo sportivo è
favorevole a tale norma PERCHE’ NON INIZIARE DAL PROSSIMO ANNO SCOLASTICO 2022-2023 CON
TUTTE LE CLASSI- DALLA PRIMA ALLA QUINTA !
Basta con l’avvio di progetti per alcuni; lo sport è un diritto per tutti i cittadini a partire dai più giovani.
Anzi alcuni studi scientifici ci dicono che bisognerebbe prevedere l’attività motoria anche nella scuola
materna .
Per una volta puntiamo più in alto.

Dopo una stagione entusiasmante di risultati sportivi ( dalle Olimpiadi alle Paraolimpiadi, dai campionati
mondiali agli europei vinti nelle diverse discipline sportive) lavoriamo per aumentare la cultura sportiva nel
nostro Paese a partire dai nostri giovani.
Con lo sport costruiamo un futuro migliore per la nostra Italia.

FABIO STURANI
Presidente BASKET GIRLS ANCONA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.