Concentramento Under 18. Beffa per l’Install Basket Girls. Niente Finale Nazionale

Per raccontare l’atroce beffa con cui l’Install Basket Girls Ancona saluta la Finale Nazionale Under 18, è bene partire da una considerazione e dal finale. Da considerare, infatti, c’è Il vantaggio con cui le anconetane hanno potuto affrontare l’ultima gara del Concentramento: in caso di vittoria l’Install sarebbe andata a Battipaglia da prima classificata nel girone avendo vinto tutte le tre partite, e in caso di sconfitta comunque sarebbe ammessa da seconda classificata qualora arrivasse una sconfitta con uno scarto uguale o inferiore agli otto punti, proprio ai danni del San Martino di Lupari. Il finale della terza gara dell’Interzona di Spoleto ha però decretato che sono proprio le venete a staccare il pass per le corsa allo scudetto di categoria.

Con il punteggio di 57-51 per le Luper, e con soli 10 secondi da giocare, San Martino, palla in mano, ha una sola chance per passare il turno: segnare da tre punti, andando a +9. Ancona, invece, può contare su due falli da poter spendere prima di entrare nel bonus. Ma proprio la situazione più semplice da gestire diventa non gestita al meglio: sulla rimessa laterale, infatti, le anconetane non riescono a fare fallo, per ben 6 secondi le venete hanno la palla, fanno due passaggi e infine effettuano un tiro da tre punti con la classe 2003 Guarise che, con l’ausilio del tabellone, segna e porta San Martino sul +9. Con 4 secondi ancora da giocare l’Install non riesce ad effettuare un buon tiro e chiude nel peggiore dei modi il Concentramento Interregionale, scavalcata in classifica sia da Costa Masnaga sia da San Martino, avendo rispetto alle venete un quoziente canestri inferiore di 0,01 punto.

Ovviamente c’è moltissimo rammarico per come si è chiuso questo Concentramento Interregionale – ammette un oggettivamente deluso coach Piccionne a fine partita –  ma mi preme fare due considerazioni. La prima considerazione riguarda l’orgoglio che ho verso la società, lo staff tecnico e le ragazze che alleno per come è stato gestito l’ “affaire interzona”, o sarebbe meglio dire non gestito. Tutti sapevano quanto diverso sarebbe stato arrivare seconde in regione per via di un Concentramento piu’ semplice come poi i risultati hanno dimostrato. Sarebbe bastato perdere una partita per farlo, ma nessuna delle componenti che ho citato si è tirata indietro e tutti abbiamo giocato per arrivare primi, pur alla luce del Concentramento molto equilibrato che si pensava andassimo ad affrontare, come anche qui i fatti hanno dimostrato. La seconda considerazione che faccio, invece, deve servire per migliorarci nel futuro. Le responsabilità di questo risultato purtroppo negativo sono di tutti. Prima di tutto mie: mie quando ieri non siamo riusciti a mantenere un vantaggio più ampio nella vittoria contro Costa Masnaga, cosa che ci avrebbe consentito oggi di avere un maggiore differenziale contro San Martino. Mie per la partita di oggi: perché vincere era l’unica cosa che ci avrebbe permesso di andare alle Finali senza fare calcoli ed evidentemente da allenatore non sono riuscito a trasmettere alle ragazze tutta la mentalità che serviva per vincere oggi. E poi di tutti nel finale, perché a 17-18 anni non si possono non capire o non sentire le uniche tre parole ripetute come un mantra per un minuto: fare fallo subito. Ma come spesso accade, chi vince festeggia e chi perde spiega e quindi onore al merito di San Martino che ha giocato una partita di grandissima intensità e di grande tenuta mentale anche quando aveva più di un piede fuori dalla Finale Nazionale e per i motivi che ho detto poco fa giusta eliminazione per noi.”

Ma la stagione del Basket Girls non è terminata. Anzi entrerà nel vivo del Campionato di Serie B fra quattro giorni, domenica 6 maggio, quando le anconetane saliranno in Trentino Alto Adige per la semifinale di andata dei play-off promozione per l’A2 contro la Pall. Bolzano. Gara di ritorno ad Ancona prevista per sabato 12 maggio e differenza canestri fra le due gare per decretare la squadra finalista.

LUPE SAN MARTINO – INSTALL ANCONA 60-51 (17-8; 30-28; 43-37)
SAN MARTINO: Gulino, Coccato, Fietta 2, Meroi 5, Diouf, Vettore 4, Nezaj 6, Antonello, Baldi 8, Benato, Guarise 10, Profaiser 25. All.: Valentini.
INSTALL: Adams 11, Nociaro 8, Ruggeri 3, Yusuf, Moscoloni, Castellani 15, El Haiti, Zamparini 3, Polenta, Lunadei 11, Marchionne, Florio. All.: Piccionne; vice: Ballerini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*